Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

L'embolizzazione

VALENTINA DA IMOLA SCEGLIE DI SALVARE L'UTERO CON L'EMBOLIZZAZIONE

Oggi raccogliamo la testimonianza di Valentina da Imola che si è sottoposta ad embolizzazione del fibroma.

" Nella prima visita abbiamo parlato a lungo, senza fretta, in un ambiente accogliente, lo studio a Bologna. Io e il mio utero abbiamo scelto di curarci dal Dr Lupattelli con il metodo dell'embolizzazione uterina, con la speranza di tornare a vivere senza avere paura, a pancia leggera. Volevo curare i fibromi, l'utero di circa 20 cm, il fibroma più grande di oltre 10 cm. Non ho ceduto a chi mi ha proposto interventi chirurgici invasivi o l'isterectomia, volevo di più per la mia salute. L'intervento è andato bene, ero sveglia con anestesia locale ed ho seguito tutto. Il dottore mi parlava ogni tanto perchè mi vedeva impaurita e mi tranquillizzava. Ho apprezzato molto anche l'anestesista che mi ha spiegato tutto prima dell'intervento ed  inserito il farmaco per il dolore nella flebo subito dopo. Non ho mai più avuto dolore durante il ciclo, non ho più avuto bisogno di un antidolorifico e adesso la mia pancia è leggera e mi sento più tranquilla. Abbiate coraggio e non abbandonate il vostro utero. 

Grazie Doc. 

MARA DA MONZA EFFETTUA L'EMBOLIZZAZIONE PER ADENOMIOSI E FIBROMA

Oggi raccogliamo la testimonianza di Mara che ha trattato adenomiosi e fibroma con l'embolizzazione.

" Il dottore è stato l'unico a prendere a cuore il mio problema ( adenomiosi e fibroma) che ormai non mi permetteva di vivere una vita normale talmente soffrivo. Peggiorava sempre più e apparentemente non vi erano  soluzioni. Per caso mi sono imbattuta nel Dr Lupattelli e in un attimo la mia vita è cambiata in tutto e per tutto. A poco tempo dall'operazione già mi sento un'altra persona. Tutte le ragazze o donne con problemi importanti causati dal ciclo mestruale ( per qualsiasi motivo), dovrebbero essere a conoscenza che tutto questo può cambiare. Grazie dottore, mi ha cambiato la vita. Un plauso alla puntualità, alla presenza e alla disponibilità  costante sua e della sua collaboratrice. Non bastano parole per ringraziare, mi sento rinata."

EMBOLIZZAZIONE MAV DELL'UTERO: LA SOLUZIONE DIETRO L'ANGOLO

Oggi raccogliamo la testimonianza di Sara e della sua embolizzazione della mav uterina.

"voglio raccontare la mia esperienza e lo faccio estremamente volentieri anche perchè è una promessa che feci il giorno che andai in visita dal Dr Lupattelli, senza grandi speranze all'entrata, sono uscita invece con sensazioni positive e forse anche delle certezze. Avevo girato tanto, dalla mia Catania mi ero spostata fino a Milano per poi andare in Germania e passare poi per Roma e Napoli senza però mai trovare una risposta esauriente alle mie perplessità: posso veramente salvare l'utero da una malformazione che sembra così aggressiva e distruttiva?. Prendevano tutti tempo e soprattutto chiedevano di ripetere continuamente esami, tac, risonanze, chi l'ecografia , sembrava che la storia non finisse più. Alla fine per caso venni a sapere che Lupattelli visitava e operava anche a Catania proprio 5 minuti da casa mia. Andai in visita e capii che probabilmente questo medico aveva la tranquillità e l'esperienza necessaria per potermi salvare l'utero. Abbiamo eseguito l'embolizzazione a Bologna perchè il medico diceva che era la città dove si sentiva più sicuro per fare questo tipo di intervento e devo dire che già dopo la prima seduta il mio problema era completamente risolto. Anche il Dr Lupattelli sembrava abbastanza stupito perchè credeva che ci sarebbero volute più sedute, ma invece alla prima ecografia dopo 3 mesi la mav era già completamente sparita ed io posso dire che finalmente sono uscita da questo incubo dove mi si diceva di non poter uscire, di non poter avere sbalzi di pressione, di non poter far palestra, di non poter avere rapporti, di non poter correre, insomma non potevo fare più nulla. Grazie al Dr Lupattelli per avermi regalato di nuovo una vita. Non smetterò mai di ringraziarlo."

EMBOLIZZAZIONE,ESPERIENZE NEGATIVE DA DIMENTICARE. LA STORIA DI GINEVRA DA LUCCA

Buonasera a tutte,

affidandomi al Dr Google prima e a dei forum sul fibroma dopo, avevo trovato un bel gruppo di donne belle entusiaste ( forse troppo e già avrei dovuto immaginare)dell'embolizzazione del fibroma uterino. La cosa più singolare del gruppo era che la grande specificità di questa embolizzazione non fossero solo i risultati magnifici che sbandieravano ma che fosse e dovesse essere per forza fatta assolutamente gratis con ospedali e medici che si mettevano totalmente a disposizione della paziente. A rafforzare il tutto una blogger che sponsorizzava in una sua pagina molto smielata alcuni medici evitando invece accuratamente di nominare altri. Consultata via email giurava sulla bontà di alcuni mettendomi in guardia invece su un altro (il mio salvatore postumo) che io sinceramente nemmeno le avevo nominato. Insomma mi sottopongo in uno di questi ospedali all'embolizzazione e dopo ben due ore e 20 minuti di operazione mi si dice tutto bene. Passano mesi e io sto ancora male. Il medico embolizzatore non risponde mai, il reparto non me lo passa, non esiste alcuna documentazione visiva del mio caso, nessuna immagine. Il mio medico di base non riesce ad avere e vedere niente. Ormai affranta mi decido a rivolgermi al più esperto ( quello tanto odiato dalla blogger). Lui mi spiega finalmente molto bene la mia patologia e   cosa andrà a fare. 15 minuti e l'intervento è terminato. Mi dice che una vena uterina non era stata nemmeno toccata in precedenza e che quindi non potevo certo guarire. Passano i mesi ma io sto subito meglio. Ad un anno e più mi tolgo il sassolino dalla scarpa e non solo ringrazio il Dr Lupattelli, che tutti definiscono anche molto umano. Sinceramente non è questa la cosa che posso dire di aver apprezzato di più di lui ,ma sinceramente è serio, onesto e veramente competente. Mi chiedo con che coraggio certa gente dia consigli stravolgendo la realtà o pubblicizzando proprio quelli che sono meno preparati e disponibili. Questione di soldi o compassione con chi fa più fatica ad avere pazienti? Sinceramente di compassione ne ho vista poca ma tanti interessi dietro a puerili consigli sui social o internet. 

Sempre rivolgersi ai più bravi.