Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Varicocele Pelvico

FRANCESCA E L'EMBOLIZZAZIONE DEL VARICOCELE PELVICO

Oggi raccogliamo la testimonianza di Francesca che ringrazia il Dottor Lupattelli per averla fatta uscire da un incubo.

" Ciao a tutte, volevo ringraziare questo blog per avermi indirizzato verso la giusta soluzione. Purtroppo venivo da due embolizzazioni del mio varicocele pelvico che non avevano portato risultati,anzi dopo la seconda embolizzazione avevo l'impressione di sentirmi anche peggio. I dolori non passavano e l'impossibilità di eseguire anche le normali attività quotidiane mi attanagliava. Fortunatamente mi sono imbattuta in questo blog e ho trovato il team del Dottor Tommaso Lupattelli che ringrazio fortemente per aver trattato la mia patologia e avermi consentito di tornare ad una vita normale. Solo pochi giorni dopo l'embolizzazione i miei sintomi sono cominciati a diminuire fino a sparire completamente. Spero di non svegliarmi da questo sogno perché ho convissuto con il varicocele pelvico per più di 5 anni e avevo veramente perso quasi ogni speranza. Grazie ancora e complimenti al blog per le importanti testimonianze e informazioni che ha saputo fornire."

 

Ringraziamo Francesca per la preziosa testimonianza. Per chi volesse approfondire consigliamo di visitare la pagina trattamentovaricocele.it

DANIELA SI È LIBERATA DAL VARICOCELE CON L'EMBOLIZZAZIONE

Raccontiamo oggi la storia di Daniela che credeva di non poter più uscire dal incubo del varicocele, ma si è affidata al Dottor Lupattelli e non si è pentita della scelta che ha fatto:"

Felice di poter condividere con voi la mia esperienza. 

Più di un anno fa mi è stato diagnosticato un varicocele pelvico, scoperto durante una risonanza specifica per endometriosi. Tutti i ginecologi a cui ho chiesto spiegazioni mi dicevano che non dovevo fare nulla. Purtroppo mi hanno fatto assumere anche pillole anticoncezionali e progestinici che hanno peggiorato i miei dolori molto invalidanti. 

Ho passato un anno intero con dolori pelvici molto forti pensando di non uscirne più .. Un vero incubo!

Seguendo, però, il mio sesto senso e cercando su internet ho trovato il Dottor Lupattelli e ho fissato subito una visita con lui. Uno dei pochi specialisti che mi ha ascoltata e ha capito il mio problema. Mi sono sottoposta all'intervento di embolizzazione e non mi pentirò mai della scelta che ho fatto! "

 

Grazie ancora Daniela per la tua preziosa testimonianza. Per ulteriori informazioni consigliamo il sito trattamentovaricocele.it

Guarita dal varicocele pelvico.

Pubblichiamo la storia di Maria Assunta perché crediamo sia di vitale importanza diffondere la pratica dell’ Embolizzazione in una patologia, il varicocele femminile, che affligge tantissime donne e che può provocare intensi dolori e fastidi perché non trattato adeguatamente. AD OGGI L’ EMBOLIZZAZIONE E’ L’UNICA TECNICA CHE PERMETTE LA COMPLETA GUARIGIONE DA QUESTA PATOLOGIA.La testimonianza di Maria Assunta ne e’ L’esempio più lampante.

” Volevo ringraziare il Dottore Tommaso Lupatelli per la sua gentilezza, perché ha saputo ascoltare e capire il mio problema. Avendo un varicocele pelvico "importante "mi creava tantissimi problemi ....dopo l'intervento di embolizzazione sono stata subito benissimo, tutti i fastidi sono spariti, UN MIRACOLO ☺️❤️...Lascio questa testimonianza per ringraziare di cuore il Dottor Tommaso Lupatelli ,e poi voglio dire alle donne che si trovano ad affrontare problemi come fibromi e varicocele di non perdere la speranza perché grazie all’ embolizzazione, un metodo sicuro e risolutivo, si puo’ guarire definitivamente.

 

Maria Assunta Pelosi

Varicocele Pelvico

gravidanza cuore

Molte donne, soprattutto durante il ciclo e i rapporti sessuali, soffrono di dolori cronici al basso ventre. Questi disturbi, le cui cause vengono spesso tralasciate, possono derivare da una patologia definita varicocele pelvico femminile. Che cos’è il varicocele pelvico femminile?

 

CHE COS'E' IL VARICOCELE PELVICO

 

Si tratta di una dilatazione varicosa delle vene ovariche, ossia della formazione di vere e proprie vene varicose attorno alle ovaie. Questo, insieme al conseguente reflusso a valle nelle vene del sistema salpingo-ovarico, può causare la cosiddetta Sindrome da Congestione Pelvica che, oltre al forte dolore al basso ventre, determina la formazioni di varici vulvari, perineali e degli arti inferiori. Anche se il varicocele è un disturbo di cui soffrono più di frequente gli uomini, si calcola che la sua “variante” femminile colpisce circa 250 mila donne in tutta Italia, con 10 mila nuovi casi all’anno.

In linea di massima, si tratta di donne con varici alle gambe, indice di una tendenza ereditaria alle vene difettose, e di donne che hanno avuto molte gravidanze che, per il grande afflusso di sangue, presentano dilatate le vene dell’ utero e delle ovaie. Nella totalità dei casi, il varicocele è associato a forti dolori pelvici, intermittenti o continui, che possono aumentare di intensità in concomitanza del ciclo mestruale, dei rapporti sessuali e stando in piedi a lungo. Spesso il dolore arriva alla parte posteriore delle cosce e dei glutei e può accompagnarsi a costipazione intestinale e a forte stimolo urinario.

Il varicocele viene generalmente diagnosticato attraverso un Ecocolordoppler pelvico e transvaginale che confermerà la dilatazione e l’incontinenza delle vene ovariche e uterine.

Leggi tutto...